Sistemi di aspirazione

Un ambiente di lavoro non deve essere solo efficiente, deve essere prima di tutto salubre e sicuro per chi vi trascorre gran parte della propria giornata. Sotto questo punto di vista gli odontotecnici sono una categoria professionale particolarmente a rischio. Secondo le statistiche, le malattie polmonari e dermatologiche connesse alla professione sono decisamente più frequenti della media che si riscontra in tutti gli altri settori della meccanica di precisione.

Ordinamento:
Nr. risultati: 3

Sistemi di aspirazione per laboratori odontotecnici

Durante il lavoro di fresatura e levigatura si formano delle polveri molto fini che si spargono nell’aria. A causa della esigua distanza tra chi lavora e la posizione di levigatura queste polveri vengono respirate in concentrazione elevate anche quando la levigatura è considerata minima. Queste particelle penetrano facilmente e in profondità nei polmoni, rischiando di creare patologie asmatiche permanenti e gravi malattie polmonari. Sono stati riscontrati effetti altamente dannosi alla pelle e all’apparato respiratorio anche nel caso del gesso dentale, dalle masse di rivestimento e delle polveri miste, che rientrano nel limite generali delle polveri.
In assenza di un aspiratore odontoiatrico all’interno del laboratorio, i valori limite per legge sono chiaramente superati per la maggior parte delle polveri. Ottimizzando i sistemi di aspirazione e utilizzando un moderno aspiratore, è possibile ridurre il carico delle polveri.
Le tecnologie più avanzate riescono a ottenere il doppio risultato di ottimizzare sia la qualità del lavoro che il benessere del tecnico.
In commercio esistono diversi modelli di sistemi di aspirazione, una soluzione molto valida è costituita dai sistemi di aspirazione Zubler per postazioni singole o multiple, o dai sistemi centralizzati.
I sistemi di aspirazione con lo scarico dell’aria verso l’esterno sono particolarmente efficaci e migliorano l’aria in tutto il laboratorio. Scegliere un sistema centralizzato migliora il clima interno grazie al convogliamento dell’aria di scarico all’esterno; nell’ambiente di lavoro, non rimangono vapori tossici e spiacevoli durante la lavorazione delle materie plastiche o micropolveri residue. In più, senza motore aspirante nell’ambiente di lavoro il rumore è ridotto, c’è più spazio per gli strumenti e maggiore libertà di movimento, di conseguenza una maggiore pulizia del laboratorio grazie alle prese installate per le polveri. Infine, i costi sono ridotti poiché il consumo d’energia è inferiore grazie ai grossi motori compressori altamente efficienti.
È sempre possibile installare un sistema di aspirazione centralizzato in un laboratorio nuovo, oppure eseguire una successiva installazione in seguito ad ampliamento o ristrutturazione. La tecnica di aspirazione centralizzata garantisce una esecuzione professionale e pulita per ogni singola installazione.
Un impianto di aspirazione deve avere un ricambio d’aria potente e ha bisogno di molto spazio per la superficie filtrante. I compressori di grande potenza sono grossi, oppure devono produrre una elevata velocità; più sono piccoli e più rumore generano. Una buona insonorizzazione necessita di superfici e volumi: fornendo uno spazio ragionevolmente adeguato al sistema di aspirazione, troverete sicuramente una soluzione idonea.
In alternativa esistono i box di aspirazione portatili, ovvero aspiratrici di piccole o medie dimensioni in cui si lavora il materiale dentale e che aspirano i residui della lavorazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..